Novità, eventi estivi, attività culturali, manifestazioni, festival, eventi Pasqua, Natale, estate a Conversano, Bari, Puglia

your language
IT | EN | DE | FR | ES | RU | JP
Hotel Relais Camere e Suite Ristorante Benessere Business Servizi Posizione Itinerari Offerte Speciali Prenotazioni
Desideravo una dimora dall’antico pregio storico
in cui viaggiare sulle orme del tempo,
riscoprire nuovi sapori di antica fattura,
le tradizioni, l’arte dei Signori di un tempo...
MIGLIORE tariffa garantita

3 REGALI se prenoti sul sito
Richiedi informazioni

Chiama +390804959668 - +39335496791

Fax +390804951740
Prenota on line

News ed Eventi
» ARTE, CULTURA, POESIA IN MUSICA, TEATRO in memoria di Matteo Fantasia » The 26th European Meeting of Cultural Journals » Corte Altavilla ottiene il riconoscimento del marchio ECOLEADER ARGENTO da TRIP ADVISOR » Corte Altavilla ottiene il marchio OSPITALITA' ITALIANA » Settimana santa a Conversano » Mostra Potere e Liturgia. Argenti dell'età barocca in Terra di Bari » Per le tue occasioni speciali un regalo originale » Maschere a Corte con il Carnevale di Putignano » Corte Altavilla presenta la Puglia in Canada » Natale a Conversano » Stella Michelin al ristorante "Pasha" di Conversano » Novello sotto il Castello » Ilva inclusa, le fotografie di Mariangela Longo al relais Corte Altavilla » "Dalla Luce al segno", arte pugliese nelle sue varie forme ed espressioni. » "Lector in fabula" 2013, dal 12 al 15 settembre » BANDALARGA, Festival musicale di concerti bandistici, brass, fanfare e orchestre » Riapre il Museo Archeologico di Conversano » "Jesus Rex Judaeorum" la Passione Vivente e i riti della settimana santa a Conversano » Lavora con noi » Stanze Italiane del Touring Club » Imaginaria Film Festival X edizione » 11 febbraio 2012: cerimonia di riapertura della Cattedrale di Conversano. » Corte Altavilla, sede dell'Accademia dell'Enogastronomia Pugliese » "Sibilla d'Altavilla" Contessa di Conversano, Duchessa di Normandia. Lettura ed approfondimento del romanzo, tradotto in inglese e francese, della scrittrice Dora Liguori » La storia a Conversano - Associazione del Centro Studi Normanno-Svevi » Premio letterario Sibilla d'Altavilla » Corte Altavilla relais & charme accetta i BUONI VACANZA ITALIA dello Stato.

"Dalla Luce al segno", arte pugliese nelle sue varie forme ed espressioni.

Peppino Campanella Vito Savino Tony Paryaer l'invito

Corte Altavilla ospita la collettiva “Dalla luce al segno” dedicata all'arte pugliese nelle sue varie forme ed espressioni.

In scena segni, frutto di una continua ricerca e sperimentazione, che la luce delle lampade-scultura di Peppino Campanella sfuma e diffonde nello spazio.
U
n’arte genuina, che si intreccia con l’artigianato per sottolineare l’importanza del fare e la concretezza dell'azione.

Creativi in blocco, ognuno con un frammento del proprio lavoro, per raccontare la contemporaneità del nostro territorio e andare oltre ogni restrittiva definizione di arte.

Gli artisti in mostra (a cura di Laura Labate) :

PEPPINO CAMPANELLA
Nato a Polignano a Mare (Ba), un meraviglioso borgo costruito su di una scogliera a picco sul mare, a vent'anni si trasferisce a Firenze dove nel 1988 si laurea in Architettura. Durante il suo corso di studi si appassiona alla fotografia e collabora per tre anni con Andreas Bossi, fotografo di moda fiorentino. Dopo la laurea, tornato nel suo paese natio in cui attualmente vive e lavora, alterna alla libera professione la passione per la fotografia, l'arte e il design. In seguito ad alcuni studi circa un suo illustre concittadino - il grande artista della Pop Art italiana Pino Pascali, prematuramente scomparso nel 1969 - l'attrazione per il mare, la campagna, e le forme della natura più in generale, aumenta con rinnovata curiosità. Collezionista di pietre lavorate da contadini e marinai, acceso sostenitore del riutilizzo dei materiali, comincia a maturare in lui l'idea di "dar luce alla pietra". Il suo destino è scoperto dal caso: un suo amico poeta, Guido Lupori, gli chiede di realizzare una lampada. Così inizia, quasi per gioco, grazie alla sua innata curiosità, ad assemblare pietre, vetri, conchiglie lavorati dal mare e dalla terra, e partecipa ad alcune mostre. Le prime, di carattere più concettuale, lo spingono a sperimentare elementi e forme e, riutilizzando materiali poveri, inizia a giocare con i chiaroscuri, mentre gli oggetti cominciano ad illuminarsi. Le prime applicazioni di questa ricerca sono rivolte al Teatro. Realizza per le compagnie del "Teatro delle Vigne" di Genova, "Rosso Tiziano" di Napoli ed "Ariele" di Bari, alcune lampade di scena. 
Quasi per sfida, abbandonata la professione di Architetto, si trasferisce in un vecchio frantoio a picco sul mare di proprietà della famiglia, e comincia a realizzare oggetti fatti di pietre, vetro e piombo, che poi sostituirà con lo stagno.
Il vetro, che Peppino Campanella vede come "acqua solida", diventa protagonista delle sue creazioni grazie alla sua capacità di diffondere effetti straordinariamente luminosi. Le sue opere, sospese tra arte e design passano da un decorativismo eccessivo, quasi arabeggiante, ad una sempre maggiore ricerca tesa a minimizzare la luminescenza degli elementi. I suoi oggetti non hanno lo scopo di illuminare, ma di creare atmosfera, di evocare il mare, il cielo, l'aurora e il tramonto e... di sbalordire. La sua ricerca attualmente è volta in questa direzione.
Lontano da sempre da leggi di critica e mercato dell'arte, la sua fama è frutto della passione per il suo lavoro, e di una tenace autopromozione. Le sue lampade hanno fatto il giro del mondo, sono negli spazi espositivi più esclusivi e sono anche apparse in alcuni film italiani quali: "Quello che le ragazze non dicono" di Carlo Vanzina, "Faccia di Picasso" di Massimo Ceccherini, "Sangue vivo" di Edoardo Winspeare, "Denti" di Gabriele Salvatores e "La Febbre" di Alessandro D'Alatri, suo amico.
Info
: www.peppinocampanella.it

VITO SAVINO
Nasce a Conversano (Ba) nel 1975. Si trasferisce a Milano dove frequenta all`Accademia di Belle Arti di Brera il corso di pittura, che si conclude nel 2006 con la tesi "Pittura nell'acqua-pittura con l'acqua. Dal giappone imperiale al fumetto di Pratt". Subito dopo, decide di tornare definitivamente nel suo paese natio, dove vive e lavora.
Dell'illustrazione lo affascina la grande potenza espressiva e narrativa. La figura umana e gli oggetti, soprattutto gli strumenti musicali, hanno un ruolo centrale nelle sue opere.
Savino mescola linguaggi e situazioni nella più assoluta libertà evocando un tempo onirico. La sua continua ricerca e sperimentazione mirano a catturare una bellezza senza tempo, lontana da mode passeggere e temporanee.
Info: www.vitosavino.it

RICHIEDI INFORMAZIONI

Nel cuore della Puglia, hotel relais in pieno centro storico di Conversano, Città d’Arte.
Tra il mare e la collina, in un lembo di terra e di pietra lungo chilometri di storia, dove iniziare a vivere il sogno di una vacanza interminabile.
Hotel Relais Camere e Suite Ristorante Benessere Meetings Servizi Posizione Itinerari Offerte Speciali Prenotazioni
Corte Altavilla hotel restaurant wellness
vico G. Altavilla, 8 - 70014 Conversano (Bari) Puglia - Italy
t. +39 0804959668 - +39 335496791 - f. +39 0804951740
eMail: info@cortealtavilla.it

Hotel Corte Altavilla © 2000-2014 - Note legali
sviluppo web logovia - viapuglia.com
photo reportage - robertolepore

Corte Altavilla - 4 stelle hotel Conversano - Bari - Puglia - Italy albergo hotel relais ristorante meeting centro benessere - via puglia
Norba In S.r.l. - p.iva 05549550720 - Reg. Imp. Ba N° 56362/2000 - R.E.A. 42426